lunedì 14 marzo 2016

Viaggi nel Tempo | Il papero mascherato (anche la papera!)

Buongiorno lettori! 
Questo lunedì voglio parlare di una serie che ha segnato la mia infanzia e l'adolescenza. E se ora mi date in mano uno di quei fumetti smetto di fare qualsiasi cosa io stia facendo e inizio a leggere il mitico, grandissimo, inimitabile Paperinik!
Si ringrazia il mio papà per avermi passato la passione per questo papero U.U

Quanti di voi conoscono Paperinik? Eh? Eh, quanti lo conoscono?! Come si fa a non amarlo?! E' il migliore! *__* 

Sto scrivendo (adesso, ora, subito subito) e intanto rido perché mi viene in mente l'episodio in cui tutti i cittadini di Paperopoli, dopo aver comprato una tuta speciale da Zio Paperone, andavano in giro per la città sonnambuli e travestiti da Paperinik. Come urlava la moglie del sindaco! Ahahahah (torno seria, lo giuro!)

Come oramai avrete capito, mi piace parlarvi un po' della storia dei personaggi. Sarà che sono curiosa, ma mi piace sapere da dove nascono i nostri eroi :3

Paperinik nasce da Elisa Penna, dal disegnatore Giovan Battista Carpi e dallo sceneggiatore Guido Martina (sono tutti italiani, che bello :D). Compare per la prima volta nel 1969 su Topolino nella storia "Paperinik il diabolico vendicatore". 
Ma il papero di ieri non è come il papero che conosciamo noi oggi. All'inizio della sua storia, Paperinik è nato come l'alter ego di Paperino con lo scopo di vendicare le ingiustizie subite da quest'ultimo. Diciamo che non tutte le sue azioni erano propriamente legali. Dopo varie peripezie tra "Paperinik buono" e "Paperinik non propriamente buono", negli anni 90 si scelse di dargli un'immagine da supereroe. Il tutto si conclude e consolida con la creazione di PK. 

Il secondo Paese su cui approdò Paperinik è stato il Brasile, che aveva modificato quasi completamente il carattere del papero, facendo leva sul suo lato demenziale. In seguito ebbe successo anche in Europa, soprattutto in Germania e Francia. 


(La prima pagina de Il diabolico vendicatore)


Detto questo, passiamo a parlare dei personaggi. Non so come introdurli ma, beh, mi sa che non hanno bisogno di nessuna introduzione :D 

Paperinik! Come avrete letto dalla storia di cui sopra, nasce come alter ego di Paperino. Effettivamente Paperino avrebbe bisogno di qualcuno che vendicasse tutte le sue sfighe .-. Non mi sarebbe dispiaciuto leggere di questo Paperinik cattivo, però devo ammettere che amo quello che conosciamo noi oggi <3 Amo anche la sua attrezzatura, che è la cosa migliore che esista *__*

E non si può parlare di attrezzatura senza parlare del mitico Archimede Pitagorico, l'inventore di Paperopoli. Oltre a essere sfruttato da Zio Paperone (che è un taccagno e lo sappiamo tutti), Archimede è il fornitore ufficiale (e anche unico) di Paperinik. E' l'unico che conosce la vera identità del papero mascherato. 



Voglio ricordare anche il piccolo aiutante di Archimede, Edi: piccolo robottino con la testa a lampadina :D Questo piccino non parla, ma emette dei semplici bzzz... bzzz (Che dolce è?! *__*). Nel caso non lo sappiate, questo robot è stato chiamato Edi proprio in onore di Thomas Edison, inventore delle lampadine. Si, ne volevo uno anche io. Lo voglio anche adesso, peccato che non si trovi in giro D: E no, non ne voglio uno finto. 

Paolino (oh diamine :O) Paperino, per gli amici Paperino, è famoso per la sua capacità di dormire ovunque, specialmente sull'amaca che ha in giardino. Paperino è un papero buffo, un po' sfortunato (davvero tanto) e zio di tre paperini. E' stato definito antieroe in quanto incarna l'uomo moderno, con i suoi problemi e le sue debolezze. E' sempre al verde, guida la mitica 313 (il sogno di ogni bambino che leggesse i fumetti) ed è fidanzato con Paperina.

Paperina è la fidanzata di Paperino, ma penso che spesso se lo dimentichi. Se Paperino guarda un'altra papera la signora si offende; ma se lui non l'accontenta subito lei si rivolge a Gastone, cugino fortunato di Paperino. Non si fa così Paperina, proprio no. Sto per sconvolgervi la vita, sappiatelo. Anche lei ha un'identità segreta: Paperinika! Deve dire grazie alle invenzioni della sua amica Genialina Edy Son. E come se non bastasse, spesso è in contrasto con Paperinik, di cui però è invaghita. Nel caso non la conosceste (cosa molto probabile, visto che non la conoscevo nemmeno io xD) non vi preoccupate, compare davvero raramente. 

(Vi presento Paperinika! Sono sconvolta, scusate)


Qui, Quo e Qua sono i nipotini di Paperino, figli di sua sorella Della Duck. Esordiscono per la prima volta ne I nipoti di Paperino dove veniamo a conoscenza che hanno fatto esplodere un petardo sotto la poltrona del padre (che rimarrà sempre sconosciuto) che finirà in ospedale. Della li spedisce dallo zio, in attesa che il papà guarisca, ma poi non si avranno più notizie della papera. Noi conosciamo i tre gemelli maturi, facenti parte delle Giovani Marmotte che spesso aiutano lo zio quando viene trascinato in avventure da Zio Paperone. 



Zio Paperone è lo zio di Paperino, dei tre gemelli e di Gastone. E' tanto ricco quanto è taccagno. Ovvero tanto, davvero tanto. Vive in un deposito insieme ai suoi adorati soldi e protegge con le più disparate invenzioni la Numero 1, la prima moneta guadagnata. Spesso e volentieri trascina Paperino e i paperini in avventure volte a guadagnare soldi. Il suoi due nemici più grandi sono: la Banda Bassotti e il ricchissimo Rockerduck.

La Banda Bassotti è una una banda formata da fratelli (per alcuni fratelli e cugini) di cani antropomorfi più un nonno, che spesso e volentieri è in carcere. Sono una banda di ladri, il cui principale obiettivo è rubare soldi a zio Paperone, ma non solo. I loro nomi non si conoscono, però possiamo riconoscerli dalla targhetta di detenzione che portano sulla maglietta. Ora che ci penso è inutile eliminare le targhette: tanto in ogni storia vengono messi in carcere! 


E poi passiamo a lui, l'altro riccone di Paperopoli: John Davidson Rockerduck, per gli amici Rockerduck (e meno male!). E' molto diverso da zio Paperone. Oltre che vestito in modo più moderno, usa i soldi per soddisfare il suo amore per il lusso e per gli agi. Cosa che ovviamente lo spilorcio sopra (nel dizionario di fianco a "spilorcio" trovate la foto di zio Paperone) non fa. L'obiettivo di Rockerduck è quello di mettere i bastoni tra le ruote a zio Paperone, sia con metodi legali, sia con metodi illegali... Perché in guerra e in amore tutto è lecito.


Ci sono tanti altri personaggi che andrebbero presentati, come Nonna Papera, GastonePaperoga e Amelia. Però questo non è il luogo per farlo, altrimenti la tiro troppo per le lunghe (che l'articolo lungo già è di suo).

Mi sono venuti in mente davvero tanti ricordi, e non posso far altro che ringraziarvi. Grazie a questa rubrica e a voi che ci seguite ho riscoperto davvero tante cose.
Grazie ancora per avermi seguito in questa spolverata dei ricordi, spero che l'articolo vi sia piaciuto e che abbiate scoperto nuove cose :D


- Claire

2 commenti:

  1. ahahah troppo carini quanti ne ho letti da piccola, compravo Topolino solo per leggere delle avventure di paperino :-)
    Un giorno di questi faccio un tuffo nel passato e mi rileggo qualcosa...bellissimo post ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paperino è sempre Paperino. Topolino mi piace tanto, ma il papero è speciale :D
      Grazie mille Gatto :3 <3

      Elimina

Se ti è piaciuto questo post, lascia un commento...fa sempre piacere ricevere un feedback! ;)