sabato 26 novembre 2016

5 cose che... | 5 libri che ho amato da piccola

Buongiorno lettori! Ieri non sono riuscita a scrivere il post per la rubrica 5 cose che.. ma oggi sento che devo rimediare e così per iniziare bene il weekend, ecco 5 libri che ho amato da piccola! ^^

Per chi non la conoscesse, è una rubrica ideata dal blog Twins Books Lovers che ha luogo ogni venerdì sui blog librosi e non... Questa rubrica consiste essenzialmente nell'elencare “5 cose” – libri, film, serie tv, personaggi, attori ecc – relative ad un dato argomento scelto dai partecipanti stessi. Per maggiori informazioni o per partecipare potete visitare il post di presentazione QUI. Le iscrizioni sono sempre aperte..forza, forza, forza!! ^-^

Quando ho iniziato a leggere, ricordo che andavo tutti i giorni in biblioteca a portare un libro e prenderne un'altro, dopo qualche tempo ho scoperto che se ne potevano prendere 10 tutti assieme e lì ho perso un po' il controllo delle letture, nel senso che nei weekend per esempio ne leggevo anche 3 o 4, a seconda del tempo che riuscivo a rubare ai compiti e alle faccende di casa con mamma e papà. Quindi sono un po' in difficioltà a definirne sono cinque, di libri che ho amato da piccola, ma forse questi che vi dirò sono quelli che più volte ho preso in prestito alla biblioteca! :)


Primo fra tutti c'è Harry Potter e il Calice di Fuoco, che avrò preso in prestito almeno una cinquantina di volte, finché un Natale l'ho trovato sotto l'albero, insieme al quinto libro della serie..avevo il primi tre e li adoravo, letti e riletti anche quelli, ma quando ho letto il quarto la differenza mi ha conquistata: credo sia il primo della serie che evolve verso qualcosa di più dell'avventura che segue il filo inizio-guai-tuttorisolto..insomma, lo leggevo e ogni volta scoprivo qualcosa di più, qualcosa che mi era sfuggito, qualcosa che potesse farmi capire fin dall'inizio quello che si scopre alla fine..non so come dire, ma è stato il primo libro di Harry Potter in cui ho iniziato a immaginare e a cercare di capire la logica e l'evoluzione. Per non parlare del fatto che Harry, Ron e Hermione iniziano finalmente a crescere in modo evidente e mi sono particolarmente affezionata a questi tre personaggi in quel periodo di lettura e rilettura :)


Dopodiché mi hanno regalato Ascolta il mio cuore, di Bianca Pitzorno, di cui non mi piaceva per niente la copertina e i disegni che c'erano sopra, e l'ho ignorato per mesi, finché mi son trovata un giorno a letto malata, senza poter scambiar libri in biblioteca, a voler leggere qualcosa di nuovo e alla fine gli ho dato una chance. Bè, mi è molto piaciuto, non mi aspettavo un libro simile e a furia poi di leggerlo e rileggerlo, quell'orribile copertina con dei disegni da prima elementare si è staccata e il mio bel volume è rimasto nell'altarino dei libri della mia "infanzia", quelli insomma da cui non potrò mai separarmi! ❤




Un altro libro che tengo stretto a me vicino a quelli speciali, è Un ponte per Terabithia, un trauma che mi ha sconvolto per giorni, finché non ho voluto rileggerlo e capire meglio tutto quanto. Il finale purtroppo non è cambiato, ma è diventata una delle mie storie preferite..a volte giocavo anche con mia sorella imitando i due protagonisti, e lo rileggevo spesso nella speranza di un finale differente. Fino ad allora non ho mai pensato si potesse "soffrire" per un personaggio, per un libro, per qualcosa di non reale..sì, i libri erano divertenti e ampliavano la mia immaginazione, ma i sentimenti?? Il mio povero cuoricino ci ha messo giorni a riprendersi e alla fine comunque soffrivo ogni volta...c'è stato un giorno, che mia mamma mi ricorda spesso, in cui le ho detto "Mamma, devo scrivere una lettera a Katherine Paterson!" L'ho anche scritta, ma ovviamente mia madre l'ha semplicemente messa nella scatola delle cose imbarazzanti che tira fuori ogni tanto! ç_ç


Superato il trauma mi sono poi gettata in pasto al fantasy in ogni modo possibile, lì almeno se moriva qualcuno, ero sicura che non poteva avere un fondo di verità, perché erano racconti di fantasia! U_U Che logica.. Comunque, ho scoperto in questo periodo due grandi scrittrici italiane: la prima è Elisabetta Gnone, autrice della serie Fairy Oak di cui adoravo non solo i libri con quelle illustrazioni bellissime, ma anche il fatto che parlasse di due sorelle, e subito ho passato i libri alla mia sorellina che mi imitava in tutto e per tutto e abbiamo iniziato a condividere la passione per Felì, le due gemelle e tutta quella magia e quel mondo fantasy che ci piaceva riprodurre a modo nostro...non so, forse è stata proprio la condivisione con mia sorella che mi è piaciuta tanto questa serie, ma la adoravo da matti! *-*


Infine, l'altra autrice italiana, che mi ha poi fatta passare al fantasy "per grandi" come lo chiamavo quando spiegavo che libri leggevo, è Licia Troisi che con il suo Mondo Emerso mi ha letteralmente conquistata. Ho iniziato con le Cronache e Nihal, poi le Guerre e Dubhe, per poi finire con le Leggende e Adhara...ho amato tutti e nove i volumi e li rileggo volentieri ogni volta, riscoprendo quelle avventure che ho trovato meravigliose la prima volta che le ho lette e che ad ogni rilettura diventano sempre più ricche di particolari nella mia mente. Di Licia Troisi non ho più letto nulla di tanto bello e mi dispiace molto ovviamente, ma nessun altro suo volume è all'altezza di questi. Ecco uno che mi ha presa particolarmente tra tutti gli altri è Le storie perdute, ultimo volume uscito l'anno scorso come seguito della serie Cronache del Mondo Emerso, in cui la nostra eroina preferita torna nella Terra del Vento e fingendosi un menestrello racconta delle storie inedite sulla Nihal che tanto credevamo di conoscere...sì, forse questo è all'altezza dei precedenti libri! :)


Non so quali di questi libri avete letto nella vostra infanzia, ma sono tutti libri da cui non riuscirò mai a separarmene perché a loro modo mi hanno trasmesso qualcosa, mi hanno accompagnato nella mia crescita e sono legati ai miei ricordi più spensierati indissolubilmente...


18 commenti:

  1. Un pont per Terabithia non l'ho letto, ma ho visto il film e piango ogni volta y.y

    RispondiElimina
  2. Wow! tre su cinque in comune! Hp e il calice di fuoco è stato il primo che ho comprato, adoro la Pitzorno e la prima serie scritta dalla Troisi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah..bene, direi che hai degli ottimi gusti! ;)

      Elimina
  3. Io sto rileggendo adesso il primo libro di Nihal e... non mi sta piacendo molto. La Troisi corre un sacco e molti ragionamenti di Nihal sono un po' troppo campati in aria e alcuni ragionamenti sono un po' assurdi XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello sì, però sai..al tempo non l'ho notato, ed ora quando lo rileggo non posso che adorarlo probabilmente proprio per il legame affettivo che ho con la serie! :)

      Elimina
  4. Ciao Franci! Mi hai ricordato che devo ancora aggiugnere "Fairy Oak" nella mia wishlist! :D "Harry Potter" è invece in attesa di lettura, e l'unico dei tuoi citati che ho letto è la serie di Licia Troisi.
    Di "Un ponte per Terabithia" ho visto il film ed è stato un trauma anche per me! Anche se ero già adulta :/ Mi aspettavo una storia fantasy, e non una tremenda realtà... non credo che riuscirei a leggere il libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è stato proprio un trauma..anche perchè quando hanno i loro momenti di gioco super fantasiosi, nel libro non si capisce bene che sono finti e quindi io mi aspettavo chissà che evoluzione..poi ho capito che era tutto un fingere e ci sono rimasta malissimo sul finale! :'(

      Elimina
  5. Ciao Franci!💕
    Fairy Oak l'ho amato tantissimo anch'io. In particolare amavo colorare le pagine ahah Non sapevo ci fosse anche il libro di Un ponte per Terabithia! Lo aggiungo in wishlist!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, diciamo che forse letto ora non è bello come da ragazzini, però spero ti possa piacere..ma aspettati tanta crudeltà! U_U

      Fairy Oak è qualcosa di unico..è bellissimo rileggerlo tutt'ora! :)

      Elimina
  6. Anch'io leggevo la pitzorno, avevo due suoi libri che leggevo spesso.
    Harry Potter invece l'ho letto solo recentemente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero ti sia comunque piaciuto..io l'ho amato! :)

      Elimina
  7. Ciao!
    Hai citato tutti libri bellissimi, da Harry Potter a Un ponte per Terabithia, a Fairy Oak, ma sopratutto una delle mie saghe preferite di tutti i tempi: Il mondo emerso che io amo alla follia!
    Mi ha segnato questa saga composta da ben tre trilogie, come ben saprai (Le cronache, le guerre e le leggende del mondo emerso).
    Bellissimi davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, bellissime tutte tre..quella che più mi è piaciuta è Le guerre del Mondo Emerso, ma l'evoluzione di Nihal è stata grandiosa e la storia di Adhara commuovente..! :')

      Elimina
  8. Ciao Franci, che belle letture che facevi da bambina!! Io purtroppo non avevo una biblioteca in paese fino ai 16 anni, altrimenti sarei stata sempre là, come facevi tu!!
    Non ho letto nessuno di questi libri, avevo uno o due libri della Pitzorno ma non ricordo i titoli, forse "cuore di ciccia"? Era suo? Boh!
    Un ponte per Terabithia mi incuriosisce parecchio, non conosco nemmeno il film, quindi mi informerò sicuramente sulla trama!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, sì ero abbastanza fortunata soprattutto perchè era talmente vicina da poterci andare al volo...di Un ponte per Terabithia ti consiglio di leggere prima il libro, poi il film..sono entrambi commuoventi da lacrime, ma il libo è un filo più toccante..! ^^

      Elimina
  9. Eh già, siamo cresciute con Harry Potter! Degli altri libri non ne ho letto nessuno ma faccio sempre in tempo a rimediare, no?! :P in particolare mi incuriosisce la serie di Fairy Oak, già da un po' in wishlist!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fairy Oak te la consiglio assolutamente, è bello da leggere anche da grandi perchè fa tornar bambini inevitabilmente..spero ti piacerà! ^^

      Elimina

Se ti è piaciuto questo post, lascia un commento...fa sempre piacere ricevere un feedback! ;)